03/10/2019

ALBERI IN VIAGGIO: DAL MONDO. CONFERENZA DI FRANCESCO MEZZALIRA

Giovedì 3 ottobre alle ore 17.30 si terrà alla Biblioteca Internazionale “La Vigna” la conferenza di Francesco Mezzalira “Alberi in viaggio: dal mondo”. Verrà tracciata la storia dei naturalisti viaggiatori, delle loro scoperte e dell’importazione in Europa di specie arboree, il tutto accompagnato da un’ampia documentazione visiva.

Nell’occasione verrà presentato il libro di Mezzalira “Viaggi e scienza: esploratori della Terra e della biodiversità” edito da WBA (World Biodiversity Association) e frutto di un’attenta ricerca dell’autore, da anni impegnato nello studio degli aspetti storici ed artistici delle scienze naturali.

Introdurrà la serata Mario Bagnara, già presidente della Biblioteca Internazionale "La Vigna".

Esattamente 500 anni fa, nel 1519, Ferdinando Magellano inizia un viaggio che porterà alla prima circumnavigazione del globo terrestre. Il navigatore portoghese non concluderà l’impresa, ma un piccolo numero di sopravvissuti riuscirà a tornare in Spagna dopo tre anni di navigazione. Ben poco sarebbe rimasto di quest’epica avventura se Antonio Pigafetta non l’avesse descritta nella sua Relazione, ricca di notizie e osservazioni sui luoghi, i popoli e la natura delle terre toccate dalle tre navi di Magellano, delle quali solo la Victoria, riporterà i superstiti in Europa.

Il volume affronta tutti gli aspetti di questo tema, dall’orientamento e localizzazione in mare alla storia delle scoperte geografiche, dalla rappresentazione degli animali e piante da parte degli artisti-viaggiatori alle teorie geologiche, dai progressi della cartografia agli strumenti di misura utilizzati nelle spedizioni scientifiche, fino alla raccolta di esemplari esotici per le collezioni naturalistiche. I contributi di Forster, Humboldt, Darwin, Wallace e tanti altri scienziati viaggiatori emergono dai loro diari di viaggio e dalle relazioni che hanno pubblicato, nelle quali scienza e avventura, ragione ed emozione, trovano una perfetta fusione.

La conferenza di Francesco Mezzalira si colloca nell'ambito del Festival dell'Agricoltura, giunto alla 5^ edizione, che metterà al centro della sua attenzione tutto ciò che si muove, viaggia tra la pianura e la montagna, facendo della transumanza una vera e propria metafora. A muoversi sono prima di tutto gli animali, sia quelli allevati (vacche, cavalli, pecore) ma anche quelli selvatici. A viaggiare stranamente sono anche le piante che, grazie ai loro semi alati trasportati dal vento e ai frutti ricercati dagli animali od al fluire dell’acqua, sono in grado di scendere ma anche di salire, magari andando a colonizzare i vuoti lasciati dalla tempesta Vaia, soprattutto se il vettore è l’uomo.

Francesco Mezzalira è naturalista e viaggiatore; laureato in scienze biologiche all’Università di Padova, svolge attività di ricerca e divulgazione nel campo della storia della scienza e della illustrazione naturalistica. E’ autore di diversi saggi, tra cui “Bestie e bestiari: la rappresentazione degli animali dall’Antichità al Rinascimento”, e “Le immagini degli animali tra scienza, arte e simbolismo. Impegnato professionalmente nella didattica delle scienze naturali, è attivo sin dagli anni ’70 nel campo della conservazione ambientale”.

Iscriviti alla Newsletter di La Vigna