28/09/2019

CONTRARIA SUNT COMPLEMENTA. MOSTRA DI CARLA RIGATO

Sabato 28 settembre alle ore 18.00 verrà inaugurata nello Spazio Scarpa "Contraria sunt complementa", la mostra personale di Carla Rigato, straordinaria artista che ha intrapreso da decenni un viaggio nelle radici dell’essere, chiamando a raccolta i colori quali parole assolute.

Dopo l'apertura il 14 settembre a "L'Idea" di Maria Luisa Amatori in Piazza dei Signori, la mostra di Carla Rigato arriva nell'open space di 600 metri quadrati, progettato nel 1963 dal celebre architetto e designer Carlo Scarpa, situato all’ultimo piano di Palazzo Brusarosco-Zaccaria, sede dell’importante Biblioteca Internazionale “La Vigna”.

Ingresso libero.

“Contraria sunt complementa” a cura di Marifulvia Matteazzi Alberti, gode del patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia di Vicenza e del Comune di Vicenza; UCAIBiblioteca Internazionale “La Vigna”“L’Idea” di Maria Luisa Amatori ed è realizzata con il supporto di Terme Preistoriche Resort & Spa e Astoria Wines.

NOTA CRITICA

“Contraria sunt complementa” è il titolo scelto dalla curatrice Marifulvia Matteazzi Alberti ad unire due luoghi opposti di un’unica realtà: la pittura colta ed elegante di Carla Rigato.

A “L’IDEA” DI MARIA LUISA AMATORI, showroom all’ombra della Basilica Palladiana, le composizioni di Carla Rigato vivono nella libera espansione di un luogo sospeso a più piani nell’allegria di luce e colori, nel sorriso di rari oggetti di design di vetro, metallo, legno, tessuti, resine, plexiglass. Lungo un ipotetico sentiero mentale che attraversa i complementi d’arredo dialogando, ritmando il tempo degli accadimenti, delle apparizioni, che sorprendono nella successione della pittura libera come presenza viva, come esplosiva carica vitaleGiocando con gli oggetti di design e con la singolarità di pezzi di pregio, traspaiono scampoli acquerellati d’anima, dettati dalla meravigliosa realtà fenomenica interiore dell’Artista, che porge i suoi frutti di commozione, di speranza, di rinascita.  

L’arte di Carla Rigato si spoglia a nuda verità corporea entrando nella sacralità del respiro silenzioso dello “SPAZIO SCARPA”. Tra ombre e improvvisi baluginii, si viene presi per mano e portati quasi in un labirinto di stanze segrete cariche di sensazioni, di attese, d’improvvise articolate emersioni dove l’Artista crea un’illimitata estensione fra la rarefazione di un chiaroscuro diffuso e della luce irruente, che appare e dispare, poi brulica e si annida tra linee architettoniche mute e monocrome. Un’ulteriore sospensione emotiva nel travaglio della sostanza cromatica che ha tempi regolati da quiete apparente, da urla silenziose, da un equilibrio scosso tra le infinite possibilità delle tinte, nella continua esplorazione delle occasioni dell’esistere tra origine ed eternità, nascita e  morte, gioia e sofferenza, lacerti di luce e di buio.                                                                                                                                                                                                                                                                CARLA RIGATO / biografia

L’arte di Carla Rigato è espressione del nostro tempo. Con passione e forza visionaria ha messo sotto esame le principali fonti della pittura del Novecento, dall’Espressionismo all’Astrattismo, per coglierne gli aspetti che meglio traducono il senso di contemporaneità. La sua ricerca pittorica si lancia da queste basi alla conquista di un linguaggio nuovo, moderno, musicale, flessibile, contrassegnato da note coloristiche inconfondibili che ne stimolano una lettura unica.

Oltre alle numerose presenze in rassegne collettive e mostre personali, sia nazionali che internazionali, Carla Rigato ha esposto i suoi lavori al Padiglione Italia della 54° Mostra Internazionale d’Arte “la Biennale di Venezia” al Padiglione Veneto e al Padiglione Tibet della 55° Biennale di Venezia. Nel 2015 è tra gli artisti selezionati all’Expo Milano 2015 – Padiglione Aquae Venezia. Da segnalare nel 2016 la partecipazione alla mostra “Padiglione Tibet. Il padiglione per un paese che non c’è" (evento nato alla Biennale d’Arte di Venezia) al Castello Visconteo di Pavia e la personale “Poesia e sinfonie dell’informale” alla Galleria La Teca di Padova. Nel 2017 è tra gli artisti selezionati per l’Esposizione Triennale di Arti Visive di Roma (Complesso del Vittoriano) e ha partecipato alla Biennale di Venezia, Padiglione Tibet. Nel 2018 è al “Padiglione Europa” con quarantacinque artisti scelti per rappresentare il patrimonio culturale del continente europeo e ritira il premio alla carriera a Palazzo Montecitorio in Roma.

ORARI

Dal 28 settembre al 6 ottobre 2019 / inaugurazione sabato 28 settembre ore 18.00 SPAZIO SCARPA / Biblioteca Internazionale "La Vigna" - Palazzo Brusarosco Zaccaria Contra’ Porta Santa Croce, 1 - Vicenza

Orario di apertura: tutti i giorni 16.00-19.30 / sabato e domenica 10.00-12.30 / 16.00-19.30

Per informazioni: www.lavigna.it / tel: 340-7862737

Ingresso libero

 

Iscriviti alla Newsletter di La Vigna