21/11/2018

COSA FANNO LE MIE PIANTE QUANDO NON CI SONO. PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI FRANCESCA SCHAAL ZUCCHIATTI

Mercoledì 21 novembre alle ore 17.30 alla Biblioteca “La Vigna”, in collaborazione con gli Amici dei Parchi, verrà presentato il libro della scrittrice e giornalista Francesca Schaal Zucchiatti “Cosa fanno le mie piante quando non ci sono” (Amazon.it), un romanzo di formazione e d’amore, con frequenti scorribande nel mondo del saggio, che apre a una visione originale del nostro vivere in contatto e in compagnia con il mondo vegetale.

“Tutto cominciò quando, rientrando a casa dopo un’assenza prolungata di più di due settimane, trovai le mie piante d’appartamento di un verde eclatante, più rigogliose che mai e con gemme nuove. E tutto questo ovviamente, senza aver ricevuto la minima cura né acqua da parte mia o di altri. Come mai? Cos’era accaduto senza di me? ”

E’ l’inizio di un viaggio, un percorso d’apprendimento, una reale passione quasi scientifica per il mondo incredibile delle piante: un cactus che perde le spine se amato; una pianta di fagiolo un po’ in là con gli anni che soffre d’insonnia; la timidezza degli alberi, la loro intelligenza nel comunicare, imparare, insegnare, ingannare e persino manipolare, sono solo alcune delle scoperte che Anne, la protagonista del romanzo, romantica insegnante d’inglese, figlia di poeta e fidanzata ad un eccentrico pittore, impara ad approfondire nella sua piccola mansarda nel cuore di Parigi. Saranno le sue co-inquiline, amate e trascurate, chiamate per nome come personaggi di fiaba, ad aprirla ad una visione più matura sulla forma di vita più antica e resiliente del pianeta, un modello di società collettiva che da centinaia di milioni d’anni elabora strategie di sopravvivenza per consentire il perpetrarsi della vita sulla Terra.

Con la rivisitazione di antiche credenze, delle grandi scoperte scientifiche dei vari Darwin, Lamarck, Linneo, Barbenk, Delpino, ma anche attraverso rapidi excursus sulle scoperte scientifiche più moderne, sui meccanismi che permettono alle piante di comunicare fra loro, di sentire il dolore e persino l’affetto con cui le curiamo, l’autrice propone a tutti i lettori un nuovo approccio al mondo verde. In un divertente intreccio di fantasia e realtà, Anne, la protagonista della storia, scoprirà che le sue vicissitudini personali sono in qualche modo condivise dalle sue bizzarre coinquiline.

Osservare con occhi nuovi le piante che ci circondano deve spingerci ad una presa di coscienza più matura e consapevole sulla vita del nostro Pianeta, sempre più malato.  Ma soprattutto può offrirci l’occasione per una riflessione anche filosofica sul tempo e i suoi segreti, sul valore profondo dell’esistenza, senza limitarlo a banali criteri di durata, ma aprendolo piuttosto all’autentico valore della vita, da onorare e difendere, sempre, là dove nasce, brilla e celebra la luce.

Dopo l’introduzione di Mario Bagnara, ex presidente della Biblioteca “La Vigna” e di Luisa Manfredini, presidente dell’Associazione Amici dei Parchi, interverrà l’autrice.

Francesca Schaal Zucchiatti – breve biografia

Dopo avere effettuato gli studi in Svizzera, in Inghilterra e una Laurea in Scienze Politiche a Firenze, lavora come giornalista e p.r. in Francia. Scrive e cura pubblicazioni sull’immigrazione italiana oltralpe, è insegnante, traduttrice, curatrice di Mostre, giornalista free lance in Italia e in Europa. Nel 2001 Una musica nella notte (Sonzogno Ed.) vince il Premio Racconti di Donna a Milano; Il problema del mese d’aprile ambientato a Venezia (Robin Biblioteca del Vascello Ed. 2003) l’avvicina al mondo degli adolescenti. La couleur de l’encre (Mokkedem Editions Paris 2010) la riporta all’antico amore del noir. Oggi vive fra Venezia, Roma e Parigi e non smette di viaggiare.

 

Iscriviti alla Newsletter di La Vigna