07/03/2018

FARINE: PANE E POLENTA SULLE TAVOLE VENETE. PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI GALLIANO ROSSET

Ritorna Galliano Rosset alla Biblioteca Internazionale “La Vigna” mercoledì 7 marzo alle 17.30 con la presentazione del suo ultimo libro: “Farine: pane e polenta sulle tavole venete”, edito da Editrice Veneta e patrocinato dalla Regione Veneto e dal Comitato Proloco UNPLI Vicenza. Un ulteriore tuffo nel mondo della tradizione veneta e dei suoi "usi e costumi", con la consueta maestria grafica e approfondita documentazione storica.

Attraverso le varie epoche e con una precisa attenzione al mondo veneto, nel testo si traccia la storia del pane, dalla semina alla panificazione anche in tempo di guerra e così si ha modo di cogliere l'importanza di questo alimento base, anche nelle diverse forme con le quali veniva venduto e un bel cenno viene fatto al "pan biscotto", tipicamente veneto, che ne consentiva la conservazione. Il pane fu cibo fondamentale fino al XVI secolo, quando venne introdotto dall'America il mais, detto "granturco" per la stranezza della sua forma, e gli venne affiancata la preparazione della polenta. Fu una vera rivoluzione e tanto piacque nel Veneto da caratterizzare i suoi abitanti: veneti polentoni.

Come scrive nell’introduzione Roberto Ciambetti, Presidente del Consiglio Regionale Veneto, con il suo lavoro “Galliano Rosset ci fa riscoprire l’emozione del ciclo della farina, cioè dell’alimento base condiviso da tutte le civiltà e che ciascuna società ha poi saputo declinare e sviluppare a seconda delle proprie abitudini ed esigenze […] C’è una straordinaria evoluzione dietro alla storia delle farine, la loro progressiva selezione, l’uso alimentare e gastronomico: Galliano Rosset ha saputo cogliere e raccontare con il suo tratto sapiente questa storia in un racconto che è ispirato, e non poteva essere altrimenti, alla tradizione veneta, alla vita della nostra campagna e della società rurale con i suoi ritmi e i suoi riti”.

Introdurrà la serata il presidente della Biblioteca Mario Bagnara.

Iscriviti alla Newsletter di La Vigna