24/10/2017

INAUGURAZIONE DEL FONDO "ALFREDO PELLE"

Martedì 24 ottobre 2017 alle ore 17.30 alla Biblioteca Internazionale “La Vigna” di Vicenza sarà presentato il Fondo “Alfredo Pelle”, la collezione del giornalista e critico enogastronomico recentemente scomparso, donata a “La Vigna” per sua stessa volontà e dei suoi familiari. Con circa 8.000 volumi tra monografie e periodici, la raccolta libraria di Alfredo Pelle va ad incrementare del 15% il patrimonio della Biblioteca fondata dal mecenate vicentino Demetrio Zaccaria che nel 1981, oltre alla sua preziosa collezione libraria, ha donato al Comune di Vicenza anche lo scrigno che la contiene, il palazzo Brusarosco-Zaccaria. Quella di Alfredo Pelle è una donazione davvero eccezionale e fortemente sentita, visto il legame che egli aveva da tempo con la Biblioteca “La Vigna” di cui era anche Consigliere Scientifico.
Accademico dell’Accademia Italiana della Cucina – Delegazione di Vicenza e presidente del Centro Studi “Franco Marenghi”, Alfredo Pelle era un gastronomo per passione. Una passione nata fin da giovane che ha coltivato dapprima conciliandola con la sua attività professionale, per poi dedicarvisi completamente con impegno e rigore. È una biblioteca ricca, organizzata, pensata… che testimonia la serietà e la dedizione con cui Alfredo Pelle esercitava la sua attività, unita a piacere e sobrietà, con un sottile velo d’ironia di chi sa prendersi sul serio q.b., quanto basta appunto, come nelle migliori ricette.
La biblioteca, aggiornata fino al momento della dolorosa scomparsa, è organizzata per aree tematiche, a rappresentare non solo la maggioranza dei prodotti e alimenti italiani, ma anche ricettari e trattati.  Altro grande segmento è quello dedicato alle cucine regionali, con una forte presenza della cucina emiliana, visto il legame biografico ed affettivo di Alfredo con le sue radici emiliano-parmensi. Non mancano collane prodotte da industrie o associazioni. Altro grande tema caro al nostro gastronomo quello legato alla storia dell’alimentazione e all’antropologia. E poi ci sono i classici: Pellegrino Artusi, Petronilla, Ada Boni, Mario Soldati, Veronelli, Carnacina, Giuseppe Maffioli, il Cucchiaio d’argento fino ai grandi classici rinascimentali, in ristampa anastatica: Messisbugo, Scappi, Latini, Cervio, Corrado…
Tutta la complessa operazione di trasferimento e collocazione dei libri in Biblioteca è stata realizzata grazie a contributi straordinari erogati da istituzioni e privati, in primis il Comune di Vicenza, l’Accademia Italiana della Cucina e la Fondazione Banca Popolare di Marostica Volksbank: tutti elencati in un elegante pannello installato in una delle due sale che ospitano il Fondo.  La Biblioteca “La Vigna” d’ora in poi sarà impegnata nella valorizzazione di questa donazione, a partire dalla sua catalogazione informatica.
Sarà il Presidente della Biblioteca “La Vigna” Mario Bagnara ad introdurre la serata, per poi passare la parola a Luca Ancetti, Direttore de “Il Giornale di Vicenza” che farà da moderatore. Seguiranno i saluti istituzionali di Jacopo Bulgarini d’Elci, Vicesindaco del Comune di Vicenza, Roberto Xausa, Presidente della Fondazione Banca Popolare di Marostica Volksbank, Paolo Petroni, Presidente dell’Accademia Italiana della Cucina, Claudio Ronco, Delegato dell’Accademia Italiana della Cucina – Vicenza, Renzo Rizzi, Delegato dell’Accademia Italiana della Cucina - Alto Vicentino e Luca Severgnini dell’Accademia Italiana della Cucina – Bergamo. Interverrà quindi il prof. Danilo Gasparini, Docente di Storia dell’agricoltura e dell’alimentazione (Univ. PD) con una relazione dal titolo “Una biblioteca in cucina”. Dopo la firma della scrittura privata di donazione, concluderanno la serata le testimonianze dei figli Federico e Marco e della moglie Lilly.
Brindisi finale e degustazione di prodotti locali in Casa Gallo-Zaccaria, offerti dalla Delegazione di Vicenza dell’Accademia Italiana della Cucina e dall’Agriturismo Palazzetto Ardi di Gambellara.

SCARICA L'INVITO

Iscriviti alla Newsletter di La Vigna